L’RFID è in grado di stabilire distanze precise?

L’RFID è in grado di stabilire distanze precise?

 

La distanza tra un tag e un lettore può essere registrata mediante l’identificazione a radio frequenza? 

La distanza può essere verificata mediante l’indicazione della potenza del segnale ricevuto (RSSI), anche se questo metodo non è molto accurato. Più potente è il segnale ottenuto da un transponder e minore sarà la distanza tra il transponder e l´antenna del lettore. 
Tuttavia, considerando che molte cose possono influenzare la potenza del segnale, non esiste un legame preciso tra la RSSI e la distanza. Ad esempio, se è necessario leggere un tag passivo di altissima frequenza (UHF) in un magazzino, in presenza di barre rinforzate in acciaio nel pavimento di cemento, il segnale può riflettere sul pavimento e ritornare nel lettore. Questo genera una potenza maggiore del segnale, suggerendo una distanza più vicina da quello che potrà risultare leggendo lo stesso tag con una distanza equivalente ma in un’altra zona, dove il segnale non si riflette sul pavimento.

I produttori di lettori RFID stanno diventato sempre più sofisticati nell’utilizzo di sistemi RSSI, per fornire una migliore informazione sulla posizione dei tag in relazione all’antenna del lettore.