Che cosa dire di dita secche o umide?

Che cosa dire di dita secche o umide?

Una pelle secca sulle dita, produce nella maggior parte dei lettori ottici in uso quasi sempre delle immagini troppo chiare e frastagliate che riducono la capacità di identificazione. Il sensore per la rilevazione dell'impronta montato sull'iGuard è un sensore capacitivo (rileva in vari punti del polpastrello i valori di capacità elettrica) ed è quindi meno sensibile al grado di umidità delle dita. Inoltre iGuard usa la tecnologia del software DFX (sviluppata dalla Veridicom) che ulteriormente riduce gli effetti del problema. Comunque se anche dovesse presentarsi, all'utente basterà massaggiare le proprie dita o passarle per il naso o per la fronte, aumentare la pressione delle dita sul lettore, oppure usando creme per le mani per minimizzare il problema.

Dita umide rappresentano un problema opposto e dipendono da una eccessiva sudorazione delle mani, umidità residua dovuta dalle prese di parti bagnate, da troppa crema spalmata sulle mani, ecc. Anche in questo caso la qualità dell'impronta rilevata potrebbe essere di una qualità insufficiente per una valida identificazione. Si consiglia in questo caso di asciugare le dita e di ridurre la loro pressione sul lettore per attenuare questo problema.